Natale, ogni nefandezza vale

Natale come un carnevale. <Lo trascorrerò con i clochard>, ha annunciato, in sfida al governo, il leader della Lega, partito i cui assessori sparsi per l’Italia hanno spesso cacciato dai loro stracci e cartoni quei fastidiosi sfregi al decoro urbano. Finito di stabilire l’ora in cui è nato Gesù Cristo, è il momento di sfruttare quelli che il Nazareno amava. Naturalmente <a pranzo>.

La nefandezza di questa scelta è confessata dall’annuncio stesso: non <avevo da tempo deciso di trascorrere Natale con loro e lo farò ad ogni costo>, bensì <se mi vuoi tenere chiuso in casa, io esco e vado da quelli che in casa non ci possono stare nemmeno se vogliono>

continua a leggere

Legittima difesa: la carica dei Mr. Bean

Gli slogan che accompagnano la legge sulla legittima difesa cantano: “Liberi di difenderci” e “Più sicuri nelle nostre case”. A parte che più sicuri si sentiranno tanti Mr. Bean con la pistola in mano, un po’ meno i familiari, forse in epigrafe al testo si poteva citare quel che Jack Cade afferma nell’Enrico VI di Shakespeare: “Il nostro ordine è il nostro disordine”.

Sarebbe consigliabile ai futuri bounty killer domestici una lettura della legge prima d’accoppare con lo stesso entusiasmo gang da Arancia meccanica e ladruncoli di pomodori. Norme scritte da un Parlamento non danno la stessa preparazione psicologica e tecnica

continua a leggere