Razzismo, punta di un fetido iceberg

Ogni giorno nuovi episodi di razzismo, verbale o fisico, organizzato o spontaneo. Presi da orrore, ci concentriamo sugli episodi, ma la loro collana  racconta un’infezione sotterranea che li genera e  sgretola la società.

continua a leggere

Slogan, grida, brusii dalla politica dissolta

Anche sui Mondiali si è abbattuta la cacofonia di urla e slogan che si spintonano nel  dissolversi della Politica.

Un vicepresidente del Consiglio, nonché ministro di quel che gli aggrada la mattina, è andato a Mosca a “gufare contro la Francia” per far dispetto a Macron. E tifosi orfani di una nazionale si sono accodati, tifando Croazia per contraddire lui o con antipatia per i “nipotini degli ustascia”. Dimenticando che il fascista nazionalista croato Ante Pavelic fu a lungo ospite del governo italiano e dittatore in casa sua massacrò i serbi con alleati tedeschi di Hitler e italiani di Mussolini (Aimone Savoia-Aosta, senza mai metterci piede, divenne

continua a leggere